Sezioni

Supportaci

Potete supportarci con una donazione tramite Paypal o Postepay. paypal_sm

Stay Tuned

feed_zebra facebook_32 twittersentmail
Flickr-32 Koinup_32 Youtube_32x32
Compra su Multiplayer.com
Home Incontri con Producers Anteprima The Sims 3 con la producer MJ Chun (seconda parte) - Caricamento famiglie, sim attivi e desideri e opportunita'
Anteprima The Sims 3 con la producer MJ Chun (seconda parte) - Caricamento famiglie, sim attivi e desideri e opportunita' PDF Stampa
Scritto da CriCri Domenica 22 Marzo 2009 00:00
Indice
Anteprima The Sims 3 con la producer MJ Chun (seconda parte)
Caricamento famiglie, sim attivi e desideri e opportunita'
Bambini, Teen, Scuola, Socialita' e interazioni
Quartiere aperto e shopping
Morte, fantasmi e passare oltre
Gravidanza, parto ed eredita' genetica
Trucchi, avvio del gioco e conclusioni
Tutte le pagine

 

Caricamento delle famiglie e controllo dei sim

Pannello Sim Pannello Sim Un po’ in modo analogo a The Sims 2 per caricare una famiglia bisogna andare alla visualizzazione del quartiere. Le case sono evidenziate da simboli. Una volta caricata una famiglia, vedremo i diversi membri nel pannello del menù e analogamente a TS2 potremo scegliere quale componente rendere attivo. Ciccando su un sim in automatico la visuale si sposta e “lo va a cercare” nel quartiere. Ad esempio se siamo in una famiglia composta da 2 membri, uno è in casa e uno è al parco, la visuale si sposterà da casa al parco e viceversa.
Vista quartiere Vista quartiere Io e Zukkao discutevamo sulla possibilità di avere un modulo di ricerca, in modo che digitando il nome di un sim fosse reperito in giro per il quartiere. Purtroppo non sembra essere così. Se ad esempio il nostro sim attivo vuole andare a trovare un amico occorre tornare alla visuale della città, a questo punto i lotti abitati da amici sono evidenziati da un’icona, e se vogliamo andare a trovare tizio, clicchiamo sul lotto per andare a fargli visita. Se vogliamo cambiare la famiglia attiva invece, bisogna ciccare su “Cambia la famiglia attiva” e poi sulla casa dei sim che ci interessano. In sostanza il lotto è sempre il punto di partenza, anche se i suoi abitanti sono a zonzo per la città.
Da notare che sul forum ufficiale inglese hanno puntualizzato il cambio della famiglia comporta un avviso sulla perdita di desideri e opportunità correnti. Non è chiaro se sia solo un avviso dato dalla possibilità, con un alto livello di autonomia e la progressione storia attivata, che i sim continuino a vivere indipendentemente da noi, oppure se effettivamente alcuni progressi attuali vadano persi. Nel dubbio esprimevano come sia possibile salvare una copia della famiglia attuale o salvare in uno degli slot a disposizione.

Per chi non lo ricordasse dai reportage precedenti il quartiere è unico, anche se pare che ne saranno rilasciati di nuovi gratuitamente dopo l’uscita del gioco disponibili per chi ha il gioco originale. Dal forum ufficiale inglese e dalla loro anteprima leggiamo che sembrano esserci 21 famiglie nel quartiere, ognuna di queste ha un livello di difficoltà. Tutti gli abitanti sono vivibili come è stato detto in più reportage, per cui, se non vi piacciono le famiglie di default potete sempre sfrattarle e fare abitare il quartiere da quelle create da voi. Restano davvero pochi NPC non controllabili.

 

Desideri e Opportunità

Dopo le varie esperienze nelle versioni per consolle di The Sims, e i vari Sims Stories, si è cercato di inserire alcuni elementi tipici di queste modalità di gioco anche nella classica versione per PC. Nella vita quotidiana ci poniamo degli obiettivi, a breve e lungo termine (esempio oggi devo andare in palestra oppure entro quest’estate devo rimettermi in forma) e i sim ci hanno abituato a rispecchiare questo nostro lato tramite desideri e paure. Anche in The Sims 3 ogni personaggio maturerà propri desideri, piccoli obiettivi del gioco da raggiungere per poi poter dire “Wow, ce l’ho fatta” (e magari meno improbabili di quelli di The Sims 2…).
La novità sono le opportunità, una sorta di mini-quest più simili al mondo del gioco su consolle. Per dimostrarci cosa rappresentano e come compaiono, MJ guarda un attimo verso l’alto, poi preparando le dita sulla tastiera ci guarda confessando “I’m going to cheat now”, ovvero si prepara a forzare il gioco a proporre un’opportunità al sim che sta controllando tramite un cheat (probabilmente proprio della modalità di testing, non sappiamo se sarà a nostra disposizione alla release del gioco). Infatti il gioco che si pone non più come un mero soddisfare i bisogni, propone mini task e obiettivi da raggiungere, chiamati opportunità. Possiamo scegliere se accettarle oppure no, diciamo che sono mini sfide, ma viste soprattutto nell’ottica di dire al giocatore “Ehi, lo sai che puoi fare questa cosa?” e lanciargli lo spunto per provare nuove cose. Ad esempio, sebbene non possiamo seguire i nostri sim al lavoro, potremmo avere l’opportunità di invitare un cliente a cena al posto del nostro capo che ha dovuto disdire, trovandoci così a fare amicizia con il cliente e ad imparare dinamiche di socializzazione.

Muoversi in citta'Muoversi per la città

I sim vivono la città e si spostano “sul serio”, abolendo le inutili schermate blu di caricamento che ogni giocatore ha odiato per almeno la metà delle ore passate su TS2. Come scritto nei reportage precedenti si possono spostare a piedi, in bicicletta o in automobile. Non esistono corsi di guida, né per auto né per bici. Anche i bambini possono andare in bicicletta, occorre però acquistare quelle della loro taglia, mentre i teenager utilizzano quella per adulti. Vediamo l’esempio del sim che torna a casa in auto, e cogliamo l’occasione per toglierci ogni dubbio sul fattore guida.
I sim non possono guidare l’auto, nel senso che non possiamo dirgli in quali direzioni muoversi, li vedremo solo utilizzarla per muoversi da un luogo all’altro, come in The Sims 2, e seguiremo il loro percorso. Non esistono nemmeno gli incidenti. Se un auto incontra pedoni o biciclette sembra passargli attraverso. Nel quartiere inoltre continua a passare gente, auto, bici e sim che passeggiano o corrono. I toddler hanno bisogno di essere trasportati per muoversi per la città.
Nota: ovviamente il nostro sim dovrà possedere una bici o un auto, altrimenti non potrà utilizzarle! Altra novità, i sim camminano ora (e finalmente) in linea retta! Almeno, dopo aver visto un frammento di video in cui i sim camminavano lungo una diagonale abbiamo chiesto a MJ se erano stati utilizzati dei cheat, lei ci ha risposto che ora i sim dato un punto di destinazione percorrono una linea retta per arrivarci.