Sezioni

Supportaci

Potete supportarci con una donazione tramite Paypal o Postepay. paypal_sm

Stay Tuned

feed_zebra facebook_32 twittersentmail
Flickr-32 Koinup_32 Youtube_32x32
Compra su Multiplayer.com
Home Incontri con Producers Traduzione dell'articolo di PC Zone
Traduzione dell'articolo di PC Zone PDF Stampa
Scritto da Paperpin Sabato 16 Maggio 2009 15:25
Indice
Traduzione dell'articolo di PC Zone
The Sims 3 - la recensione di Ali Wood
Tutte le pagine

Come ha riportato SimPrograms nei giorni scorsi, sul magazine inglese PC Zone è stato pubblicato un articolo su The Sims 3. Uno dei giornalisti della rivista, Ali Wood, ha provato in anteprima il gioco e ne ha fatta una piccola recensione, dando il voto finale di 92/100, secondo la EA il voto più alto che PC Zone abbia mai dato ad un gioco della saga dei Sims.

Se volete saperne di più delle avventure di Betty e Barry o della caotica casa delle otto cloni, continuate a leggere...

The Sims 3 - recensione di Ali Wood

Devo confessarvi una cosa. Non avevo mai giocato alla versione per PC di The Sims prima d'ora. Ho giocato a The Sims Bustin' Out sul mio Nokia N-Gage, ma alla fine mi sono annoiato. All'inizio mi piaceva andare in giro con quel motorino giallo, e sicuramente mi ha aiutato a passare le sei ore che ho dovuto passare bloccato in macchina dopo il festival di Glastonbury.
Tuttavia, dopo un po' ho cominciato ad annoiarmi: non riuscivo a fare amicizia con nessuno (nulla di ciò che facevo dava risultati) e la mia casa continuava ad essere svaligiata dai ladri. Per questo motivo ho messo da parte Bustin' Out e non l'ho più toccato. Poi The Sims 3 è arrivato in ufficio, e dato che Steve Hill (un altro giornalista di PC Zone, ndt) era in qualche casinò a giocare d’azzardo, ho pensato "Cacchio, perchè no?" e me lo sono preso.
Sapevo dell’esistenza delle odiose espansioni per il gioco ed ero a conoscenza della scarsa considerazione che PC Zone ha per The Sims, ma avendo letto le recensioni dei giochi precedenti sapevo anche che avevano raggiunto degli ottimi risultati. Ero anche stato informato sugli esperimenti che il team ha fatto in passato (per esempio costruendo un labirinto con un gabinetto nel mezzo o un lungo corridoio con tante porte e un gabinetto alla fine, cronometrando quanto ci avrebbe messo il Sim per trovarlo). Pur conoscendo le mie aspettative, ammetto di essere rimasto spiazzato. Non mi odiate - mi piacciono le novità - ma sono stato completamente preso da The Sims 3.

Quando l’applicazione si avvia viene chiesto al giocatore di scegliere in quale vicinato giocare - anche se quando è toccato a me l'unico disponibile era Sunset Valley. In realtà non era neanche un vicinato completo, solo metà. Dopo l'uscita del gioco, gli utenti potranno accedere ad altri vicinati e al resto di Sunset Valley. Per questa prova non ho potuto esplorare le altre aree, e la EA non ci ha detto com’erano.
Eccovi una buona notizia: in questo titolo la EA non userà l'odiosa SecuROM; si cercherà, invece, di incoraggiare il pubblico ad utilizzare copie originali dando ai giocatori onesti dei contenuti esclusivi da scaricare. È un approccio contro la pirateria simile a quello utilizzato dalla Stardock per Sins of a Solar Empire - trattando le copie pirata di The Sims 3 come demo del gioco completo. La cattiva notizia è che si può registrare il gioco solo online. Per questo motivo la EA si aspetta di vedere un gran numero di "bastardi giustificati" in giro per internet.

The Sims 3 parte facendovi creare il vostro primo Sim. Il mio primo tentativo è andato male a causa di un mio errore, che mi ha riportato alla schermata iniziale. Al secondo tentativo sono arrivato al punto di scegliere ed arredare una casa, e lì la noia ha preso il sopravvento - la pazienza non è uno dei miei punti forti, e creare un Sim e la sua casa dal niente richiede questa virtù in abbondanza.
Fino a questo punto, The Sims non mi aveva impressionato: il Simlish - l'idioma che i Sims parlano - mi aveva fatto venire il nervoso e non riuscivo a capire come mettere il divano nel posto che volevo, dato che il sistema di posizionamento degli oggetti è a dir poco terrificante. In breve, The Sims mi stava annoiando a morte.

SI COMINCIA
Tuttavia, ricordandomi di essere un critico di videogames professionista, ho preso un bel respiro, ho ricominciato da capo e creato due Sims: Betty e Barry Test.
Questa volta creare i Sims è stato semplice. È possibile scegliere ogni caratteristica, dal sesso, l'età (da neonato a pensionato), il colore della pelle, la corporatura (peso e tono muscolare, ma non l'altezza), alla forma del viso, e se vi piacciono anche le lentiggini e la face art.
Ci sono diversi stili di makeup tra cui scegliere - anche se i colori sono abbastanza strambi. Dato che ci sono un sacco di eyeliner, Betty è diventata una emo-punk, completa di capelli alla Tank Girl (un fumetto inglese, ndt). Con questa idea in mente, dato molti dei vestiti femminili sono squallidi (non mi fate parlare delle scarpe!) sono andato alla ricerca di un top a rete, jeans neri, stivali, polsino di pelle rossa e ho completato il tutto con dei guanti di pelle senza dita, che hanno catturato la mia attenzione. Potete anche scegliere i vestiti per le varie fasi della giornata, ma non avevo più voglia di cercare altri abiti, avendo passato più di 30 minuti sul look di Betty.

Dopo aver creato il vostro Sims potete scegliere fino a 5 tratti per definirne la personalità. Io ne ho contati 62, ma la EA ha detto che altri saranno disponibili quando uscirà il gioco. Per Betty ho scelto: commitment issue, evil, flirty, kleptomaniac e party animal (traduzioni letterali: con problemi nelle relazioni a lungo termine, malvagia, le piace flirtare, cleptomane ed amante delle feste, ndt)
Ogni tratto ha un desiderio vitalizio associato, e potete sceglierne uno per il vostro Sim.

La strampalata Betty poteva scegliere tra Diventare una ladra professionista, Cercatrice d'oro, Rubacuori, Imperatore del male (veramente sarebbe dovuto essere "imperatrice", a meno che il cambio di sesso non faccia parte del desiderio), e Tuttofare. Ho deciso di farla diventare Ladra professionista.