Intervista ad Aaron Cohen su The Sims Medieval! Stampa
Scritto da Paperpin Sabato 26 Febbraio 2011 16:19
thesimsmedieval_5Lo staff di SimsGalore ha intervistato il producer Aaron Cohen durante l'evento di Hever Castle, lo scorso 17 febbraio. Vi proponiamo la traduzione dell'intervista, all'interno della quale potete trovare tantissime nuove informazioni su The Sims Medieval!

L'articolo originale è disponibile qui.


SG: Cos'è che rende Medieval unico rispetto a The Sims 3?

AC: Un sacco di cose! Sapevamo che per il fatto stesso che sia un gioco sul medioevo sarebbe stato diverso. Raccontare storie medievali è molto diverso dal raccontare storie dei giorni nostri - The Sims 3 è incentrato sulla vita moderna, e la gente ha le proprie idee e preconcetti di come deve essere la vita moderna. Devi sposarti, avere un lavoro, un fidanzato, magari una famiglia, ognuno deve crescere e la vita andare avanti. Le persone in un certo senso sanno com'è la vita dei giorni nostri, e The Sims 3 riesce ad esprimerlo perfettamente.

In The Sims Medieval, invece, sapevamo che le persone avevano un'idea del Medioevo proveniente solo dalle storie che avevano sentito. Anche se nessuno ha avuto modo di vivere in epoca medievale, se ne ha un'idea grazie a Shakespeare, Robin Hood, Tolkien, Re Artù e molti altri miti e leggende.

Quando si crea un gioco medievale è per aiutare la gente a raccontare questo tipo di storie – ed è quello che volevamo noi. Da qui è nato il sistema delle missioni, che permette ai giocatori di fronteggiare situazioni diverse come draghi, epidemie, matrimoni reali, tornei e molto altro.

A sostegno di questo tipo di storie, abbiamo pensato che anche l'aspetto del gioco doveva essere diverso. Un gioco medievale non può assomigliare ad un gioco moderno dove tutto è luminoso e gli oggetti sono tutti precisamente squadrati perché sono fatti da macchine. Osservate il castello: tutto ha un'aria unica perché gli oggetti sono fatti a mano, l'intera atmosfera è diversa per questo motivo. Per fare un mondo medievale come questo avevamo bisogno di uno stile, un'illuminazione e un'architettura diversi, in pratica un modo completamente nuovo di organizzare il gioco. Volevamo davvero fare in modo che i Sims, la pelle e i vestiti sembrassero diversi - i vestiti sono un ottimo esempio, il velluto sembra velluto vero e la pelle sembra più realistica perché ha più texture. In breve, Medieval è il cuore di The Sims - la gente, la personalizzazione e lo humour, ma in un nuovo posto, dove raccontare una storia completamente nuova.

 Una volta stabiliti questi punti chiave, abbiamo cercato di renderli al meglio possibile. Poi abbiamo aggiunto elementi per modificare il modo in cui The Sims può essere giocato, come le missioni, che sono sicuramente un'aggiunta alla "formula" tradizionale. Il sistema dei personaggi è un'altra novità, e permette al vostro eroe preferito di evolversi e crescere col gioco. Giocando con un Sim e lavorando costantemente sulle responsabilità, esso diventa più abile, migliore nel suo lavoro e più potente. Successivamente abbiamo aggiunto la struttura del regno: nel corso del gioco potete scegliere cosa fare del vostro regno, come costruirlo, qual è la vostra ambizione, quale obiettivo volete raggiungere.

 Aggiungendo gli eroi, le missioni e i regni, abbiamo ampliato e cambiato il modo in cui si può giocare a The Sims, mantenendo però il nucleo centrale di The Sims.

(Aaron ride) E' una risposta lunga, ma è complicato fare un gioco così grande!

SG: Alcuni giocatori vorrebbero sapere di più sulla progressione della storia. Come si evolve il gioco? Mentre giocavo poco fa ho visto un medico che dava una cura ad un Sim, e alla fine le è stato detto che era incinta. Significa che potrà partorire?

AC: La progressione della storia in Medieval funziona in modo particolare.

 Quando cominciate a giocare dovete selezionare un'ambizione per il regno. Non è importante all'inizio, ma lo diventa mano a mano che proseguite col gioco. Poniamo che la vostra ambizione sia quella di controllare tutti i territori sulla mappa: dovrete decidere e gestire la storia in modo che il vostro regno raggiunga la sua ambizione. Strategie di guerra? Commercio? Diplomazia, scienza, religione…ci sono vari modi per raggiungere il vostro obiettivo. Poi ci sono le storie dei vostri Sims: si sposeranno? Saranno divertenti, antipatici o matti? Poi ancora ci sono le missioni: cosa otterrete? Come si svilupperanno e come modificheranno il corso della storia in base alle vostre scelte? Ci sono un sacco di cambiamenti nella storia che dipendono da come gestite le missioni - è un grande racconto con tante altre piccole storie a corollario. Per esempio, devo fare cinque spade per una missione, ma le mie spade continuano a rompersi. Devo quindi andare a cercare altre materie prime e migliorare la mia abilità; in tutto questo incontrerò delle persone lungo il mio cammino. Il cavaliere del mio regno potrebbe usare una delle mie spade fallate in una battaglia importante mentre è a servizio del re, che contemporaneamente sta cercando di negoziare un trattato di pace. Tutte queste piccole storie contribuiscono a creare la storia principale, che è quella del vostro regno.

 Le famiglie funzionano in modo molto diverso, a causa del tipo di gioco che è Medieval. Potete avere figli, che possono crescere e diventare bambini, ma non adulti. Volevamo assicurarci che poteste creare tutti gli eroi del gioco. Ci sono comunque le famiglie, che possono procreare, sposarsi, divorziare, avere inciuci, tutte quelle cose che potete fare con The Sims 3, ma l'aspetto generazionale è diverso.

SG: Quindi i Sims non muoiono?

AC: Certo che sì! Non necessariamente di vecchiaia, ma anche qui, non molte persone morivano di vecchiaia nel medioevo! Un re può morire in vari modi...

SG: In The Sims Medieval si possono influenzare e annettere altri regni, ma è possibile visitarli?

AC: Non direttamente, anche se vedrete nel vostro regno personaggi provenienti da vari posti. Cavalieri, mercanti, comandanti, persone che hanno un ruolo chiave nelle missioni, come i matrimoni tra regni diversi. Potete anche usare i vostri personaggi: per esempio mandando il mercante a contrattare con loro per merci straniere, la spia a raccogliere informazioni che vi aiuteranno in campo diplomatico e così via. Non si tratta di un gioco di strategia in cui dovete invadere un paese con l'esercito e distruggerlo – quello che vedrete saranno le conseguenze che le scelte degli altri regni avranno sul vostro. Osserverete persone di passaggio, le loro personalità e merci che non potete trovare da nessun'altra parte. Ci sono anche altre influenze minori, come i loro costumi e abbigliamento. Quanto forti saranno queste influenze dipenderò da dove siete arrivati nel gioco. Ci sono alcuni posti ispirati al Medioriente e all'Asia – se vedete nuovi vestiti e persone straniere, sappiate che vengono da una terra molto lontana.

SG: Se conquistiamo un altro regno e i cittadini di quel regno vengono nel nostro, saranno aggressivi con noi?

AC: Sì, se sono scontenti del vostro operato. Nel gioco vedrete rapine e anche persone che si attaccano a vicenda! A volte perchè qualcuno da un regno vicino è entrato nel vostro con cattive intenzioni. Se avete un livello di sicurezza alto accadrà meno frequentemente, quindi potete proteggervi in questo senso. Anche le malattie provengono da lidi lontani – come le epidemie – se avete un alto livello di benessere e un buon medico, sarete avvantaggiati. Ancora, se i vostri sudditi continuano a subire furti, dovrete inserire un cavaliere, una spia o un mago per alzare il vostro livello di sicurezza. Se le persone sono malate, dovrete scegliere il prete e il medico per prendervi cura di loro. Dovrete agire in base a quello che succede nel regno, e decidere come investire tempo e impegno in base a questo. Quindi sì, vedrete cose positive e negative, a seconda della vostra relazione con gli altri regni.

SG: E' quindi una sorta di incrocio tra un gioco di ruolo e uno di strategia?

AC: Ci sono sicuramente elementi di entrambi, ad esempio le quest. Tuttavia, sono stati tutti inseriti in contesti adeguati per tenere fede allo spirito di The Sims. Alla fine della fiera si tratta di raccontare storie - le funzioni di un RPG ci sono, l'aspetto strategico è molto leggero – non dovete creare un esercito e mandarlo al confine, per esempio. Comunque, potete essere in guerra con un regno, e questo influenzerà la storia del vostro regno, ed è una parte importante. Tutte le opzioni del gioco sono in funzione della storia. I duelli, la magia, la medicina, l'artigianato, tutto serve a raccontare storie nel modo in cui volete voi.


 

SG: Di tutti i periodi storici, come mai avete scelto il Medioevo?

AC: L'abbiamo scelto per ragioni diverse, che si sono presentate tutte al momento giusto. Sin dai tempi di The Sims 1 e The Sims 2 il team di sviluppo ha avuto questa idea: “Cosa succederebbe se i Sims viaggiassero nel tempo? Cosa farebbero, come reagirebbero, che tipo di gioco sarebbe?”

 Per quanto riguarda il Medioevo, siamo abituati ai personaggi e alle storie, i miti e le leggende, è facile per la nostra immaginazione viaggiare in quell'epoca e cominciare a giocare. E' grazie a quelle influenze di cui abbiamo parlato prima – Shakespeare, Tolkien, Re Artù etc. - l'epoca medievale richiama un'idea forte di come fosse la vita allora, e questo si combinava bene col gameplay. Con The Sims Medieval e le figure dei re, delle regine e dei sudditi, potete già immaginare come giocare. Se si trattasse dell'Antica Grecia? Ok, sapreste già che ci sarebbero un sacco di Sim in toga, ma oltre questo potreste immaginare come giocare? Con il Senato? È un po' come l'antica Roma, il vecchio West e così via.

 Dopo aver deciso per il Medioevo abbiamo fatto un sacco di ricerche. In termini di periodi storici, la community ha già creato un sacco di materiale per The Sims 2 e The Sims 3, specialmente i castelli. Provandoci, abbiamo scoperto che era un compito alquanto difficile. Gli strumenti di The Sims si combinano bene con l'epoca moderna, dato che The Sims è un gioco moderno. Tuttavia, creare qualcosa di più antico con molti lati, dettagli e che sembrasse fatto a mano è stato difficile. Negli edifici di The Sims 3 è complesso fare i tetti rotondi e i soffitti alti. Medieval è stato concepito per avere questo tipo di cose, sia per la community che per l'atmosfera del gioco. Abbiamo parlato con molti fan e giocatori per assicurarci di essere sulla giusta strada, ed abbiamo scoperto di esserci molto vicini. Abbiamo chiesto e cercato altre epoche, ma il Medioevo è stata la più gettonata.

SG: Ci saranno espansioni, come per The Sims 3?

AC: Sì, ci saranno contenuti nel corso dell'anno che piaceranno a molti!

SG: E saranno stuff pack o implementeranno anche nuove interazioni?

AC: Entrambe le cose! Purtroppo non posso dire molto di più, ma questi contenuti saranno diversi da quelli di The Sims 3, che è un gioco a parte. Quindi, restando sul vago..abbiamo un sistema di missioni, quindi potrebbero esserci nuove missioni. C'è la costruzione del regno, quindi aggiungeremo opzioni anche su quello. La vita dei Sims si evolve in maniera diversa, quindi ci saranno novità anche per questo. Aggiungeremo cose adatte a Medieval e che possono funzionare solo su Medieval. Ci saranno tante cose che i giocatori amano – vestiti, capelli, arredi, oggetti – ma anche altre cose tipiche di Medieval che gli altri giochi di The Sims non hanno. Tenetevi aggiornati, c'è tanto da dire sui contenuti!

SG: Verranno rilasciate delle patch per Medieval, come per The Sims 3?

AC: Sicuramente, soprattutto quando un gioco è grande e complesso come questo. Vogliamo che il gioco sia sempre migliore e risponda alle aspettative della gente. Una cosa è fare domande all'interno della EA ed avere centinaia e più di tester che ci lavorano – una volta che lo dai a milioni di persone vengono fuori tante altre cose, quindi devi sempre aggiungere e migliorare.

SG: Medieval è più complesso di The Sims?

AC: Sì, direi che c'è molta più struttura. Le missioni sono presenti all'inizio, durante e alla fine della storia, con sfide, premi e molto più testo! Alle persone sembra piacere. C'è qualcosa che somiglia molto alle aspirazioni vitalizie di The Sims 3 - non è una missione testuale, ma c'è un'ambizione anche per il regno.

A seconda di come giocate con The Sims 3 potete diventare ricchi ed avere la casa e gli oggetti più belli, raggiungere la vostra ambizione di vita, creare relazioni interpersonali, o anche entrare nelle case degli altri o fare carriera. Le persone amano alternare e mischiare quello che fanno, e potete farlo anche in Medieval. C'è comunque tanto gameplay libero, e potete davvero girare per la città e fare quello che volete.

Penso che vedremo persone fare entrambe le cose, dicendo qualcosa tipo “Non mi va di fare quest adesso, voglio che il mio personaggio si sposi”. Oppure, se il vostro stregone ha un nuovo incantesimo, siete liberissimi di provarlo su qualcuno – chi non vorrebbe provare l'incantesimo “Inferno” che dà fuoco alle persone? Se volete provare tutte le interazioni del gioco, siete liberi di farlo.

SG: Sarà disponibile per console?

AC: Allo stato attuale di cose no, non abbiamo progetti a riguardo. Tuttavia i giocatori continuano a chiederlo e noi ascoltiamo.

SG: Pensi che questo gioco sia più per nuovi giocatori o per il pubblico di affezionati?

AC: Entrambi! Le persone che amano The Sims sono interessate a vedere i personaggi che fanno qualcosa di nuovo, che non hanno mai visto fare prima e che non pensavano avrebbero fatto. E' molto eccitante. Volevamo che gli amanti di The Sims vedessero Medieval come nuovo e diverso. Riguardo ai nuovi giocatori, permette a chi non gioca o non ha mai giocato a The Sims di scoprire nuovi mondi. Quando diciamo che ci sono i duelli, la magia, i re, le regine, i castelli, le guerre e le missioni, le persone che amano questo tipo di giochi dicono “E' un gioco dei Sims che vorrei provare!”. Sicuramente non è stato creato per competere con gli RPG più famosi, ma se vi piace questo tipo di videogame, specie nei suoi lati più “soft” (le storie, le interazioni, i personaggi), lo troverete stimolante. L'obiettivo di Medieval è di creare qualcosa che piacerà ai fan di The Sims, ma che – speriamo – aiuterà altre persone a scoprire The Sims.

SG: Mi piace molto l'idea di Medieval – come Travel Adventures, esplori una tomba e scopri la storia della tomba stessa. È una combinazione di cose che mi piacciono! Alcune persone pensano che The Sims sia solo gioco libero, totalmente non lineare. Medieval è un passo avanti rispetto alla totale libertà di gioco?

AC: Abbiamo ancora molto gameplay non lineare. Anche The Sims 3 ha alcune direzioni di gioco per coloro che vogliono – le ambizioni vitalizie, i desideri e i bisogni. Medieval inizia con un tutorial che è in qualche modo strutturato, per aiutare coloro che non hanno familiarità con il vecchio o il nuovo gameplay di The Sims. Fatto questo cambia tutto, con molte scelte da fare, strade da seguire e la libertà di giocare con le vite dei personaggi. Se volete ignorare completamente le missioni potete farlo! Quando le persone sentono parlare di “sistema di missioni” pensano ad un RPG tradizionale. “Devo fare una missione, poi un'altra, seguire un percorso e il gioco è finito”. The Sims Medieval non è così, c'è un sistema di quest ma è più ampio e vi dà la possibilità di scegliere l'approccio che preferite e usare i personaggi che volete, oppure ignorare il tutto, se preferite..

State tranquilli, non abbiamo abbandonato lo sviluppo non lineare! E' ancora lì, troverete molte molte scelte da fare e un grande mondo da esplorare.

SG: Immaginiamo tu abbia provato il gioco per molto tempo! Quali sono le cose che ti piacciono di più di The Sims Medieval?

AC: Oh, il sistema degli incantesimi. Puoi sentirti potente in modo diverso dagli altri giochi di The Sims. L'incantesimo Inferno è particolarmente divertente: non è mai stato possibile dar fuoco a qualcuno in precedenza. È divertente e dà una certa soddisfazione! Anche il Bardo è intrigante, mi piace come compone musica, suona e intrattiene i Sims, dato che fa tutta una serie di cose interessanti. Mi piace The Sims, ma amo Medieval. Personalmente è quello che giocherei tra i due.

SG: Grazie mille!

Ultimo aggiornamento Sabato 26 Febbraio 2011 17:11